Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy

Il software

Ultimo aggiornamento: 31/07/2015

Sono disponibili alcune versioni di linux RTAI (real time) l'ultima delle quali è basata su Ubuntu 10.04 LTS per macchine CNC, piu' veloce ed aggiornata, con EMC2 gia' precompilato (v. 2.4.3). Il paragone con release precedenti vede questa versione avere una maggiore completezza, velocita', affidabilita' e facilità d'uso e di configurazione, si parla di EMC2 ovviamente.

Qualche utente, a digiuno con Linux, potra' trovare qualche difficolta' che cercheremo di chiarire.

E' necessario sottolineare che si e' installato il software su un paio di macchine utilizzanti processori AMD (Athlon e Sempron) ed un paio di macchine Intel double core (entrambe con 2 mega di ram, video nvidia e hd sata) senza problemi, mentre e' stato (almeno per il momento) impossibile installarla con motherboards Intel Atom ed Epia C7, molto probabilmente per problemi relativi al kernel del sistema operativo.

Il settaggio della macchina e' semplicissimo ed e', nei fatti, molto semplificato rispetto alle precedenti versioni, essendo stato creato uno script di installazione veramente interessante e facile da gestire. Naturalmente si ritiene opportuno, prima di installare la distribuzione permanentemente, un test in versione 'live'. EMC2 richiede pochi e semplici settaggi che una volta fatti renderanno la macchina cnc pronta all'uso.

Esistono due modi per effettuare il setup della macchina:

- installare Ubuntu 10.04 LTS (solo questa versione) ed avviare lo script;

- oppure dallo stesso sito scaricare la versione live del sistema operativo ed installarla sul pc.

L'installazione della distribuzione è oramai alla portata di chiunque. Naturalmente è opportuno, prima di installare la distribuzione permanentemente, un test in versione 'live'. Una volta installato il sistema operativo 

linux update 

DISABILITARE L'UPDATE AUTOMATICO DEL SOFTWARE 

e' importante. Un aggiornamento automatico potrebbe modificare il kernel Rtai presente o alcune librerie necessarie rendendo EMC2 inutilizzabile e costringendo alla reinstallazione ex-novo del sistema. Tale disabilitazione (totale) si compie in pochi sempici passi:

 system - preferences - startup application (disabilitare update notifier)

 linux update

quindi 

system - administration - update manager

click su settings e

 linux update

Eliminare tutti i marks. Tutto qua!!

 emc2 config

LA CONFIGURAZIONE DELLA MACCHINA 

Scegliete il nome per la configurazione e l'unita' di misura. Le temporizzazioni dei drivers sono sempre riportate dai vari costruttori dei driver/controllers commerciali. Essi rappresentano il tempo in nanosecondi della lunghezza dello stato ON di un impulso (che genera il passo) e la distanza tra un impulso ed un altro in modo da essere certamente recepita dal controller utilizzato. Lo stesso riguarda i cambi di direzione.

Qualora questi dati non siano disponibili potranno essere lasciati invariati essendo grandi abbastanza da essere recepiti da quasi tutti i controllers (integrati) in commercio. Al termine del settaggio viene calcolata automaticamente la frequenza massima che l'interfaccia puo' accettare.

Qualora doveste notare qualche perdita di passo sara' buona cosa affinare questi valori.

Inserire, dopo il test, un valore idoneo di jitter (temporizzazione) per il pc.

 emc2 config

Sulla base del controller si scelgano i parametri della macchina. Emc2 usa, di norma, un solo piedino per l'abilitazione di tutti controllers (ma questa affermazione non e' del tutto vera) 

Veramente interessante l'uso dei sensori che EMC2, le connessioni tra piedini e sensori possono avere centinaia di configurazioni diverse ... impossibile non settare la configurazione giusta per la nostra macchina.

  

 emc2 config

Settare i parametri della macchina in nostro possesso. Il programma calcola automaticamente, se presente, i rapporti di una eventuale cinghia di trasmissione o il microstepping in rapporto al pitch della vite di movimento utilizzata.

Per quanto riguarda i valori giusti di velocita' ed accelerazione, potranno essere ricavati eseguendo dei test sull'asse stesso in modo da poter scegliere la massima velocita' in assenza di perdite di passi o di potenza.

Il settaggio dovra' essere ripetuto per i tre assi.

 emc2 config

Al temine della procedura di setting viene creato sul desktop un file di lancio ed una directory contenente tutti i parametri per la nostra macchina. Cliccando sul launcher si avra' un errore che e' possibile correggere immediatamente:

clikkare sull'icona con il tasto destro, quindi property e selezionare 'allow executing file as program'.

Il lavoro e' terminato ed il software e' pronto.

 emc2 config

FUNZIONA!!

 emc2 config La directory creata, MYCONFIG nel nostro caso, contiene tutti i file di configurazione del programma EMC2. Essi, in particolar modo MYCONFIG.hal e MYCONFIG.ini potranno essere modificati (attenzione pero' agli errori, lavorare sempre su una copia) per modificare a mano i settaggi creati con il wizard.


Diritti riservati Cuteminds.com 2008-2015. Tutti i marchi riportati sono detenuti dai legittimi proprietari. Tutto il materiale e` liberamente utilizzabile ma non per scopi commerciali. Non si assume alcuna responsabilita` sul materiale pubblicato per eventuali danni diretti o indiretti che possano derivare dall`utilizzo di schemi, progetti o altro materiale presente nel sito. Inviare una mail a: remove-admin@cuteminds.com (contenuti) remove-webmaster@cuteminds.com (webserver) per domande e/o suggerimenti.