Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy

Progetti vari di elettronica

Ultimo aggiornamento: 31/07/2015

Qui di seguito un altro elementare ma economico alimentatore variabile da 10A (1.2-30V) controllato da un LM317 e 3 transistors TIP41C. Nulla da dire al riguardo, lo schema e` classico ed e` molto semplice da realizzare. La tensione di ingresso dovra` pervenire gia` rettificata (trasformatore piu` un ponte raddrizzatore da 20-30A)

Talvolta vi e' la necessita' di poter controllare la velocita' di un motore attraverso un semplice potenziometro. Con un piccolo microcontrollore questo puo' essere fatto molto rapidamente e facilmente. Si aveva la necessita' di un controllo motore per una piccola macchina cnc il cui mandrino era controllato da due normali motori Mabuchi 540 (modellismo aereo per intenderci) in parallelo.

Si tratta di circuiteria elementare ma utile in molti casi. Utilizzando un LM317 si potranno ottenere 1.5Amp. max, mentre utilizzando un LM338 l'alimentatore potrà fornire sino a 5Amp. 

E' richiesto un ponte di diodi esterno. La presa JP1 consente i punti di aggancio di un amperometro.

L293DUno degli integrati piu` economici ed interessanti in progetti riguardanti la robotica in genere e` il driver L293D (con diodi) prodotto dalla STM e dalla Texas. Include 4 mezzi ponti ah H sino a 600ma ed e` stato disegnato per accettare anche livelli standard TTL ed e` quindi molto utilizzato quale stadio di potenza per piccoli motori dc o stepper ed anche per il pilotaggio di relays. Qui di seguito il diagramma a blocchi del chip.  Viene prodotto in due versioni: SO20 pins (per il motaggio superficiale) o power-dip a 16 pin. I nostri esempi riguarderanno la versione a 16 pins.

Ecco un alimentatore variabile molto semplice che fa uso di un LM317 (sino ad 1.5A) o di un LM338 (sino a 5A). Nulla da dire riguardo lo schema, molto tradizionale. Questo alimentatore utilizza un microcontrollore quale volt/amperometro. Il programma per il pic è stato studiato per rendere semplicissima la regolazione dei due trimmers per il settaggio.


Ecco un'altra board che potra' essere utilizzata per mezzo di una porta parallela o di un microcontrollore. Gli ingressi sono protetti da fotoaccoppiatori ed usa standard, molto comuni, relays (G5LE- 10A - 220V). Lo schema e' sostanzialmentelo stesso della board con tre relays per macchine CNC eccetto perl'uso di un ULN2803 ed ovviamente un maggior numero di relays. Semplice ed efficiente. Alimentare la board in base alla tensione dei relays utilizzati (5 o 12V).

Ecco un semplice count down timer utile per la creazione di circuiti stampati utilizzando il fotoresist e lampade UV. E' stato utilizzato un picmicro 16F887 della Microchip. Non vi è in realtà nessuna ragione specifica della scelta del microcontrollore se non quella della personale disponibilità, il progetto si poteva realizzare con moltissimi altri microcontrollori.

Alcune volte si ha la necessita' di alimentare un circuito, spesso di basso assorbimento, a 5V o 12V per mezzo di un paio di batterie la cui tensione, ovviamente, non raggiunge quella desiderata.  Per risolvere il problema ci sono due soluzioni: incrementare il numero di batterie :-) oppure utilizzare uno dei tanti integrati cosidetti di step-up, dei particolari integrati switching che accettano in ingresso una bassa tensione (meno di 2V) e forniscono i desiderati 3,3 o 5V in uscita.

Diritti riservati Cuteminds.com 2008-2015. Tutti i marchi riportati sono detenuti dai legittimi proprietari. Tutto il materiale e` liberamente utilizzabile ma non per scopi commerciali. Non si assume alcuna responsabilita` sul materiale pubblicato per eventuali danni diretti o indiretti che possano derivare dall`utilizzo di schemi, progetti o altro materiale presente nel sito. Inviare una mail a: remove-admin@cuteminds.com (contenuti) remove-webmaster@cuteminds.com (webserver) per domande e/o suggerimenti.