Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy

CNC

Ultimo aggiornamento: 31/07/2015

Lo strumento-fresa da abbinare ad una macchina cnc deve essere scelto in base alle lavorazioni da svolgere ed ai materiali da fresare.  Come già esposto in altro articolo di questo sito, qualora la macchina venisse utilizzata per la realizzazione di circuiti stampati, incisioni di materie plastiche o alluminio, lavori leggeri insomma, sarà sufficiente una fresa da 50W della Proxxon o della Dremel o qualsiasi altro trapano/fresa di piccole dimensioni.

Nel caso di lavorazioni piu' pesanti, invece, una buona fresatrice Kress o simile, sarà sicuramente piu' indicata.

Di recente, vi è stata una vera  invasione di prodotti di origine cinese (a prezzi decisamente stracciati) che spaziano dal semplice motore brushless da 200W ad elettromandrini anche di 3Kw di potenza.

Sono molto interessanti da utilizzare anche perchè possono essere gestiti via software per mezzo del controllo pwm (Mach3 ed Emc2 dispongono di apposite funzioni) oppure manualmente.

Essendo motori brushless (senza spazzole) necessitano di specifici controllers che ne predispongono la velocità per mezzo di sensori ad effetto di Hall ed il raffreddamento avviene per mezzo di una piccola ventola sulla testa dello statore.

La mancanza di spazzole, punto debole in un qualsiasi motore elettrico, ne allunga la vita e riduce drasticamente la manutenzione. Hanno un prezzo sicuramente piu' elevato, e forse questo è l'unico svantaggio, ma l'origine 'asiatica' ha ridotto anche quello. 

Un set completo di alimentatore, controller, motore e mount come quello in figura puo' essere reperito per meno di 200Euro, praticamente quanto una buona fresatrice.

inverter cncQualora invece la potenza necessaria sia ancora superiore ci si dovrà orientare su motori trifasici ad alta velocità.

Trattandosi, per l'appunto, di motori trifasici richiedono uno specifico inverter che trasformi la tensione disponibile (220V monofase) in una a tre fasi con frequenza prestabilita.

La potenza che viene fornita da tali apparecchiature è sinceramente decisamente elevata essendo in commercio motorizzazioni dell'ordine anche di 3Kw che, in tutta onestà, escono al di fuori del campo hobbistico essendo in grado di tagliare, in unica passata spessori lignei di svariati millimetri. 

Quello che stupisce, pero', è il prezzo, eccezionalmente basso.

Tali motorizzazioni, visto il calore che generano (arrivano sino a 24000 giri) di norma sono dotate un raffreddamento a circuito chiuso ad acqua mentre rimane ad aria per quegli elettromandrini al di sotto degli 800W.

Non è comunque tutto oro cio' che luccica. Abbiamo avuto notizia di alcuni motori di origine 'asiatica', in particolar modo brushless, che presentavano a volte difetti nella rigidità della struttura, con assi di statori che avevano un eccessivo gioco dello statore. 

A volte, di buono, le produzioni asiatiche hanno solo il prezzo.

water cooled motor

Diritti riservati Cuteminds.com 2008-2015. Tutti i marchi riportati sono detenuti dai legittimi proprietari. Tutto il materiale e` liberamente utilizzabile ma non per scopi commerciali. Non si assume alcuna responsabilita` sul materiale pubblicato per eventuali danni diretti o indiretti che possano derivare dall`utilizzo di schemi, progetti o altro materiale presente nel sito. Inviare una mail a: remove-admin@cuteminds.com (contenuti) remove-webmaster@cuteminds.com (webserver) per domande e/o suggerimenti.